lpq



NOME
     lpq — programma di controllo della coda di stampa

SINTASSI
     lpq [-l] [-Pstampante] [job # ...] [utente ...]

DESCRIZIONE
     Lpq esamina l'area di spooling usata da lpd(8) per stampare file su una
     stampante e riporta lo stato del job specificato oppure elenca tutti i job
     associati all'utente.  Lpq invocato senza argomenti risponde con un elenco
     di tutti i job attualmente in coda.

     Opzioni:

     -P      Specifica una stampante particolare, altrimenti sarà usata la
             stampante predefinita (o il valore della variabile di ambiente
             PRINTER ). Tutti gli altri argomenti sono interpretati come nomi di
             utenti o numeri di job per filtrare solo i job che interessano.

     -l      Vengono visualizzate informazioni su ognuno dei file facenti parte
             del job.  Normalmente è mostrata solo l'informazione che rientra in
             una riga.

     Per ogni job sottoposto (ad es. per invocazione di lpr(1)) lpq riporta il
     nome dell'utente, la posizione corrente in coda, il nome dei file facenti
     parte del job, l'identificatore del job (un numero che può essere passato a
     lprm(1) per rimuovere un job specifico), e la dimensione totale in byte.
     L'ordine dei job dipende dall'algoritmo usato per scorrere la directory di
     spool e si suppone che sia FIFO (first in first out - Il primo a entrare è
     il primo a uscire).  I nomi dei file che compongono un job potrebbero non
     essere disponibili (quando lpr(1) è usato come raccoglitore di una
     pipeline) nel qual caso il file viene indicato come «standard input».

     Se lpq avverte che il demone non è attivo (ad es. a causa di qualche
     malfunzionamento), allora il comando lpc(8) può essere usato per fare
     ripartire il demone di stampa.

AMBIENTE
     Se la seguente variabile d'ambiente esiste, viene usata da lpq:

     PRINTER  Specifica una stampante alternativa di default.

FILE
     /etc/printcap            Per determinare le capacità della stampante.
     /var/spool/*             Directory usate per lo spooling, come specificato
                              in printcap.
     /var/spool/*/cf*         File di controllo specifici dei job.
     /var/spool/*/lock        Il file di lock per ottenere l'attuale job attivo.
     /usr/share/misc/termcap  Per gestire lo schermo per visualizzazioni
                              ripetute.

VEDERE ANCHE
     lpr(1), lprm(1), lpc(8), lpd(8)

STORIA
     Lpq è apparso in 3BSD.

BACHI
     A causa della natura dinamica delle informazioni nella directory di
     spooling, le informazioni prodotte da lpq non sono del tutto affidabili.
     Il formato dell'output è sensibile alla lunghezza delle righe del
     terminale; questo può provocare una spaziatura esagerata delle colonne.

DIAGNOSTICA
     Impossibile aprire molti file. Il file di lock è malformato.  File inutili
     quando non è attivo il demone, ma restano i file nella directory di
     spooling.