strip

STRIP(1)                      GNU Development Tools                     STRIP(1)



NOME
       strip - Scarta i simboli dai file oggetto.

SINTASSI
       strip [-F bfdname |--target=bfdname]
             [-I bfdname |--input-target=bfdname]
             [-O bfdname |--output-target=bfdname]
             [-s|--strip-all]
             [-S|-g|-d|--strip-debug]
             [--strip-dwo]
             [-K symbolname |--keep-symbol=symbolname]
             [-N symbolname |--strip-symbol=symbolname]
             [-w|--wildcard]
             [-x|--discard-all] [-X |--discard-locals]
             [-R sectionname |--remove-section=sectionname]
             [-o file] [-p|--preserve-dates]
             [-D|--enable-deterministic-archives]
             [-U|--disable-deterministic-archives]
             [--keep-file-symbols]
             [--only-keep-debug]
             [-v |--verbose] [-V|--version]
             [--help] [--info]
             objfile...

DESCRIZIONE
       GNU strip scarta tutti i simboli dai file oggetto objfile.  L'elenco dei
       file oggetto può includere archivi.  Deve essere fornito almeno un file
       oggetto.

       strip modifica i file nominati negli argomenti, invece di scrivere copie
       modificate con nomi differenti.

OPZIONI
       -F bfdname
       --target=bfdname
           Tratta ilobjfile originale come un file con il codice oggetto nel
           formato bfdname, e lo riscrive nello stesso formato.

       --help
           Mostra un sommario delle opzioni di strip ed esce.

       --info
           Visualizza un elenco che mostra tutte le architetture e i formati
           oggetto disponibili.

       -I bfdname
       --input-target=bfdname
           Tratta l'originale objfile come file con il codice oggetto nel
           formato bfdname.

       -O bfdname
       --output-target=bfdname
           Sostituisce objfile con un file nel formato di output bfdname.

       -R sectionname
       --remove-section=sectionname
           Rimuove tutte le sezioni chiamate sectionname dal file di output.
           Questa opzione può essere data più di una volta.  Notare che l'uso
           inappropriato di questa opzione può rendere inutilizzabile il file di
           output.  Il carattere "wildcard" * può essere dato alla fine di
           sectionname.  In tal caso, qualsiasi sezione che inizia con
           sectionname verrà rimossa.

       -s
       --strip-all
           Rimuove tutti i simboli.

       -g
       -S
       -d
       --strip-debug
           Rimuove solo i simboli di debug.

       --strip-dwo
           Rimuove il contenuto di tutte le sezioni DWARF .dwo, lasciando
           intatte le rimanenti sezioni di debugging e tutti i simboli.  Vedere
           la descrizione di questa opzione nella sezione objcopy per maggiori
           dettagli.

       --strip-unneeded
           Rimuove tutti i simboli non necessari per il processo di rilocazione.

       -K symbolname
       --keep-symbol=symbolname
           Quando viene sguarnito dei simboli, mantiene solo il simbolo
           symbolname anche se normalmente verrebbe rimosso.  Quest'opzione può
           essere data più di una volta.

       -N symbolname
       --strip-symbol=symbolname
           Rimuove il simbolo symbolname dal file sorgente. Questa opzione può
           essere data più di una volta, e può essere combinata con opzioni di
           strip diverse da -K.

       -o file
           Mette il risultato di strip in file, invece di sostituire il file
           esistente.  Quando viene usato questo argomento, può essere
           specificato solo un argomento objfile.

       -p
       --preserve-dates
           Preserva le date di accesso e modifica del file.

       -D
       --enable-deterministic-archives
           Opera in modalità deterministica.  Quando si copiano i membri
           dell'archivio e si scrive l'indice di archivio, usa zero per gli UID,
           i GID e le marcature temporali, e usa permessi di file coerenti per
           tutti i file.

           Se binutils è stato configurato con --enable-deterministic-archives,
           questa modalità è attiva in modo predefinito.  Può essere
           disabilitata col modificatore -U.

       -U
       --disable-deterministic-archives
           Non opera in  modalità deterministica.  Questo è l'inverso del
           modificatore D visto sopra: quando si copiano i membri dell'archivio
           e si scrive l'indice di archivio, producono i loro valori effettivi
           di UID, GID, marcatura temporale e permessi.

           Questo è il predefinito a meno che binutils non sia stato configurato
           con --enable-deterministic-archives.

       -w
       --wildcard
           Permette le espressioni regolari in symbolnames usate in altre
           opzioni da riga di comando.  Gli operatori punto di domanda (?),
           asterisco (*), barra inversa (\) e parentesi quadre ([]) possono
           essere usati ovunque nel nome del simbolo.  Se il primo carattere del
           nome del simbolo è il punto esclamativo (!), il senso dell'opzione
           per tale simbolo è invertito.  Per esempio:

                     -w -K !foo -K fo*

           fara sì che strip prenda solo simboli che iniziano con le lettere
           "fo", ma scarterà il simbolo  "foo".

       -x
       --discard-all
           Rimuove i simboli non globali.

       -X
       --discard-locals
           Rimuove i simboli locali generati dal compilatore.  (Questi
           normalmente iniziano con L o ..)

       --keep-file-symbols
           Quando semplifica un file, magari con --strip-debug o con
           --strip-unneeded, mantiene qualsiasi simbolo che specifichi nomi di
           file sorgenti, che altrimenti sarebbero rimossi.

       --only-keep-debug
           Sguarnisce un file, rimuovendo il contenuto di ogni sezione che non
           verrebbe rimossa da --strip-debug e lasciando le sezioni di debug
           intatte.  Nei file ELF, questo preserva tutte le sezioni di note
           nell'output.

           L'intenzione è che questa opzione venga usata in unione con
           --add-gnu-debuglink per creare un eseguibile in due parti.  Una è un
           binario completamente sguarnito che occuperà meno spazio in RAM e in
           una distribuzione; la seconda è un file di informazione di debugging,
           che è necessario solo se sono richieste capacità di debugging.  La
           procedura suggerita per creare questi file è la seguente:

           1.<Collega l'eseguibile come normale.  Supponendo che sia chiamato>
               "foo" then...

           1.<Esegue "objcopy --only-keep-debug foo foo.dbg" to>
               crea un file contenente le informazioni di debug.

           1.<Esegue "objcopy --strip-debug foo" per creare un>
               eseguibile completamente sguarnito.

           1.<Esegue "objcopy --add-gnu-debuglink=foo.dbg foo">
               per aggiungere un collegamento alle informazioni di debugging
               nell'eseguibile sguarnito.

           Nota---la scelta di ".dbg" come estensione del file di informazioni
           di debug è arbitraria.  Anche il passo "--only-keep-debug" è
           opzionale. Si può invece fare questo:

           1.<Collega l'eseguibile come normale.>
           1.<Copia "foo" su  "foo.full">
           1.<Esegue "strip --strip-debug foo">
           1.<Esegue "objcopy --add-gnu-debuglink=foo.full foo">

           ad esempio il file a cui punta --add-gnu-debuglink può essere
           l'eseguibile completo.  Non deve essere un file creato dall'opzione
           --only-keep-debug .

           Note---quest'opzione è intesa soltanto per l'uso con file
           completamente collegati.  Non ha senso usarla su file oggetto dove
           l'informazione di debugging può essere incompleta.  Besides la
           funzionalità gnu_debuglink attualmente supporta la presenza di un
           solo nome di file contenente informazioni di debugging, e non più
           nomi di file, uno per ogni file oggetto.

       -V
       --version
           Mostra il numero di versione di strip.

       -v
       --verbose
           Output prolisso: elenca tutti i file oggetto modificati. Nel caso di
           archivi, strip -v elenca tutti i membri dell'archivio.

       @file
           Legge le opzioni da riga di comando da file.  Le opzioni lette sono
           inserite al posto dell'opzione originale @file.  Se file non esiste o
           non può essere letto, l'opzione sarà trattata letteralmente, e non
           rimossa.

           Le opzioni in file sono separate da spazi vuoti.  Si può includere
           uno spazio vuoto in un'opzione racchiudendo l'intera opzione fra
           apici, singoli o doppi.  Può essere incluso qualsiasi carattere
           (compresa la barra inversa) facendo precedere al carattere una barra
           inversa.  Il file può esso stesso contenere ulteriori opzioni @file;
           ciascuna di queste opzioni sarà elaborata ricorsivamente.

VEDERE ANCHE
       i campi Info di binutils.

COPYRIGHT
       Copyright (c) 1991-2013 Free Software Foundation, Inc.

       Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document
       under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.3 or any
       later version published by the Free Software Foundation; with no
       Invariant Sections, with no Front-Cover Texts, and with no Back-Cover
       Texts.  A copy of the license is included in the section entitled "GNU
       Free Documentation License".

DIRITTI DI COPIA
       Copyright (c) 1991-2013 Free Software Foundation, Inc.

       Traduzione in italiano a cura di ILDP - Italian Linux Documentation
       Project http://www.pluto.it/ildp.  Segnalare eventuali errori di
       traduzione a ildp@pluto.it

       Questa è una traduzione non ufficiale in italiano dei permessi di copia
       riportati nella precedente sezione "COPYRIGHT".  Non è una pubblicazione
       della Free Software Foundation, e non ha validità legale per i termini di
       distribuzione della documentazione; solo il testo originale inglese ha
       tale validità.

       This is an unofficial translation into Italian of the above section
       "COPYRIGHT".  It was not published by the Free Software Foundation, and
       does not legally state the distribution terms for this documentation;
       only the original English text does that.

       È permesso copiare, distribuire e/o modificare questo documento seguendo
       i termini della  GNU Free Documentation License (Licenza per
       documentazione libera GNU), versione 1.3 o ogni versione successiva
       pubblicata dalla Free Software Foundation; senza sezioni non
       modificabili, senza testi di prima di copertina e di quarta di copertina.
       Una copia della licenza è inclusa nella sezione intitolata "GNU Free
       Documentation License" (Licenza per la documentazione libera GNU).



binutils-2.23.91                   2013-11-18                           STRIP(1)